Nel museo storico-naturalistico un percorso espositivo-interattivo illustra gli aspetti storico-culturali, vegetazionali, faunistici e di tutela del Carso.

Il percorso si apre con la sala dedicata al fenomeno dei laghi carsici e svela la disposizione e la funzione degli inghiottitoi, la provenienza delle acque che alimentano i laghi e la ragione per cui il livello delle acque sia variabile.

Proseguendo la visita, ricostruzioni, pannelli e computer illustrano come sia mutato il Carso nel corso della preistoria e l’evoluzione delle abitazioni umane dalle grotte ai castellieri dell’Età del Bronzo.

Il percorso continua attraverso gli ambienti naturali della Riserva proponendo ricostruzioni della landa e del bosco carsico e delle forme di corrosione legate al fenomeno del carsismo. L’ambiente più importante è quello del lago carsico.

Nel museo infatti è rappresentata anche la fauna che lo popola e le relazioni alimentari che intercorrono tra le varie specie.

L’ultima parte del museo è dedicata alla storia locale e alle tracce lasciate dall’uomo durante gli scontri bellici della prima Guerra Mondiale, ma anche alle cave per l’estrazione della pietra, utilizzata sin dai tempi degli antichi romani per la costruzione e decorazione di palazzi.

In una sala separata si può assistere ad una proiezione simultanea di due filmati sulle bellezze naturali della Riserva.
Modifica la pagina