Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)SlovenščinaDeutsch (DE-CH-AT)
home la riserva la fauna
la fauna
Anser anser

La ricchezza di habitat che caratterizza il Carso si riflette anche nell’elevata biodiversità della sua fauna. Questa condizione si accentua ancor più all’interno della Riserva grazie alla maggior disponibilità idrica determinata dalla presenza dei laghi carsici di Doberdò e Pietrarossa.
Attorno alle zone umide di questi specchi lacustri ruota la vita di alcune specie che necessitano di ambienti freschi e umidi. Notevole la presenza di rettili e anfibi tra i quali ricordiamo il proteo (Proteus anguinus), un urodelo strettamente specializzato a vivere nelle acque sotterranee delle cavità carsiche e per questo difficilmente visibile in superficie.
La comunità ittica è caratterizzata da pesci, ciprinidi soprattutto, capaci di sopportare ampie variazioni termiche della temperatura e forti diminuzioni dell’ossigeno disciolto.
L’area protetta rappresenta anche un importante sito per un elevato numero di specie ornitiche, almeno 190 da recenti monitoraggi, molte delle quali d’interesse comunitario ai sensi della Direttiva Uccelli CE 79/409. Da evidenziare la presenza di 6 specie di Picidi, tra cui il picchio verde (Picus canus) ed il picchio nero (Dryocopus martius).
Il popolamento d’invertebrati nella Riserva è molto ricco poichè, oltre alle comunità proprie degli ecosistemi terrestri (boscaglia, landa, affioramenti rocciosi ecc.), sono presenti anche quelle legate agli ambienti sotterranei (grotte e cavità) e di acqua dolce .
Protozoi, rotiferi, crostacei, molluschi e insetti formano un elemento basilare della catena alimentare di ciascuno di questi ecosistemi.
Tra i mammiferi si annoverano alcune specie rare o localizzate come la puzzola (Mustela putorius), lo sciacallo dorato (Canis aureus) ed il gatto selvatico (Felis silvestris). Le numerose cavità, derivanti dal fenomeno del carsismo, ospitano una ricca comunità di pipistrelli. Tra questi vi sono specie comuni come il rinolofo maggiore (Rhinolophus ferrumequinum) o la nottola (Nyctalus n. noctula) altre, come il rinolofo di Blasius (Rhinolophus b. blasii) sono da considerarsi rare, forse estinte.

Simbolo della Riserva è il riccio orientale (Erinaceus concolor roumanicus), la cui distribuzione nell’Europa orientale, trova in questo territorio il suo limite occidentale.

 
copyright 2010 rogos soc. coop. - p.iva 01080070319 - iscrizione albo cooperative n. A185489 - contacts
photo: m. černic, a. colla, k. ferletič, l. morin, m. skodler, l. tolar, f.zanuttin
website: rossi + bartoli

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le modalità d'uso dei cookie di questo sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information